Istinto

L’istinto spesso durante la guida ci porta a commettere manovre errate, reazioni che non riusciamo a controllare soprattutto se siamo poco concentrati o in condizioni a rischio pertanto abbiamo una reazione sbagliata se non pericolosa che inevitabilmente consegue sul veicolo che stiamo guidando.

Ai nostri partecipanti  vogliamo insegnare soprattutto ad esser consapevoli di quanto sopra perchè ogni manovra ha una sua dinamica sul veicolo così correggeremo insieme eventuali errori durante il percorso capendone le motivazioni e le cause.

Le capacità fisiche e cognitive di un individuo si riducono  con l’età, ma non sempre si è disposti ad ammetterlo perciò lo stile di guida va adeguato. Quando siamo alla guida del nostro veicolo dobbiamo esser sempre in perfette condizioni psico-fisiche; ma il rendimento viene meno nei casi di sonno o stanchezza, se assumiamo farmaci, nei momenti di stress o peggio ancora nell’abuso di sostanze stupefacenti od alcool.

Legalmente, l’assunzione di alcool ha un limite stabilito nella misura dello 0,5 g/l ( per i neo-patentati il limite è dello 0g/l  così  come chi possiede la patente C); anche un abbondante pasto diminuisce le nostre migliori capacità di guida visto che il nostro apparato digerente impegna al massimo il sistema sanguigno dell’organismo.

Quando siamo alla guida stanchi ( perché abbiamo dormito poco o abbiamo avuto una giornata intensa ad esempio) dovremmo sempre fermarci per una sosta visto che  la guida occupa tutta la nostra concentrazione e il primo segnale è un rallentamento dei nostri riflessi con un tempo di reazione che naturalmente si prolunga; in questi casi il colpo di sonno è in agguato perché arriva senza preavviso e sappiamo perfettamente tutti quanto può essere fatale per noi stessi, per i nostri cari e per gli altr