La frenata

Un’automobile sta viaggiando ad una velocità (v), il conducente vedendo un pericolo decide di frenare ma prima di toccare il freno impiega tr (tempo di reazione) secondi per frenare – quel tempo si chiama “tempo di reazione”; bisogna tenerne  conto per  calcolare la distanza in metri che l’autovettura percorre da quando il conducente ha visto il pericolo. Perciò con un calcolo approssimativo possiamo possiamo dire che la distanza minima tra due veicoli non deve essere inferiore alla distanza percorsa nel tempo di reazione.

La frenata, soprattutto su fondi scivolosi e con la marcia in discesa è la fase più delicata della guida ed in questa fase è importante rivolgersi al pedale centrale il meno possibile.

Frenata modulata

Frenare non è difficile in condizioni normali cioè quando deceleriamo e scaliamo la marcia perchè abbiamo capito in tempo la necessità fi farlo; in questa situazione la nostra frenata sarà modulata proprio perchè andremo a diminuire la velocità gradualmente. Il sistema frenante della maggior parte delle automobili è oggi dotato di ABS – permettendo così anche di frenare all’improvviso impedendo il bloccaggio delle ruote.

Il sistema ABS  diventa inoltre utile anche prima di  una curva: nel tratto retto andremo a moderare la velocità e con l’entrata dell’ABS la funzione frenante verrà  moderata perché viene comunque mantenuto il carico sull’asse anteriore. Quando l’ABS entra in funzione sappiate che si avverte un tremolio o vibrazione del pedale del freno proprio  perché  è entrato in funzione il sistema ed è anche necessario continuare a frenare per sfruttare al massimo la potenzialità frenante dell’auto.

Frenata di emergenza

E’ una frenata improvvisa che ci obbliga ad azionare i freni con tutta la forza e in modo repentino fino al bloccaggio delle ruote anteriori in caso di vettura priva di ABS e all’uso di questo dispositivo elettronico nel caso opposto; la frenata d’emergenza diventa necessaria quando ci troviamo all’improvviso davanti ad un ostacolo o quando una situazione imprevista ci costringe comunque  ad una manovra decisa.

E’ anche bene ricordare che durante una frenata d’emergenza si deve premere contemporaneamente il pedale della frizione per evitare che il motore si spegni e senza quest’ultimo viene meno servofreno e servosterzo perché non possiamo sfruttare il freno motore scalando la marcia non avendone il tempo materiale.

Frenata  in curva, meglio evitare!

La frenata in curva, se possibile, deve essere evitata, in quanto a ruote sterzate, il trasferimento di carico dal posteriore all’anteriore potrebbe provocare una sbandata della parte posteriore dell’auto. Qualora ciò avvenisse  si dovrà controsterzare e se la strada è libera, rilasciare il pedale del freno che è la causa della sbandata.